Coronavirus, bloccate a Sulmona 12 famiglie ternane di giostrai

Interrotta l'attività sono dovuti ricorrere agli aiuti della Caritas
Terni

Dodici famiglie ternane bloccate a Sulmona senza possibilità di lavorare e senza cibo.
La notizia è stata diffusa dall'agenzia giornalistica Ansa e riferisce appunto di un gruppo di giostrai che, prima dell’emergenza del Coronavirus, nello specifico dal 21 febbraio, si era recato a Sulmona per allestire il luna park locale.
Ma dopo aver montato tutte le attrazioni, è scattata l’emergenza Covid-19 e dunque il parco divertimenti non è mai entrato in funzione. Le famiglie, con la seguito anche bambini, sono rimaste così bloccate senza possibilità di guadagno e sostentamento, tanto che è dovuta intervenire la Caritas locale per farsi carico degli sfortunati lavoratori ternani. La Caritas li ha riforniti di cibo, di generi di prima necessità, pannolini, disinfettanti e di tutto il necessario per affrontare la situazione in modo dignitoso.