Condannato a 22 anni e mezzo Shahid Khan, capo di un'organizzazione criminale capo dell'organizzazione criminale

Arrestato nel settembre del 2020 dalla squadra Mobile nell'ambito di una maxi operazione antidroga
Canali:
Terni

22 anni e 6 mesi di reclusione, è la pena inflitta dal tribunale di Terni a Shahid Khan, 46enne di nazionalità pakistana arrestato nel settembre del 2020 dalla squadra Mobile nell'ambito della maxi operazione antidroga Alì Park, coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Perugia, nella persona del pm Giuseppe Petrazzini, e dalla procura di Terni con la collega Camilla Coraggio.

Come riporta oggi il , per Shahid Khan - detto 'Mashara' o 'il capo' -  il pm Petrazzini aveva chiesto una condanna a 21 anni di reclusione, con il collegio giudicante che ha optato per una pena ancor più consistente. L'uomo era accusato di essere al vertice dell'associazione per delinquere, composta soprattutto da cittadini pakistani e con base logistica in un money transfer di Terni, in grado di gestire centinaia di migliaia di euro di eroina.