Camionista ternano morto in Germania, sentenza dopo 9 anni

Il Tribunale civile di Terni ha riconosciuto 588 mila euro agli eredi della vittima
Canali:
Terni

Maxi risarcimento per i familiari di un camionista ternano morto in un incidente in Germania.
Come riporta oggi , a nove anni di distanza dai fatti il Tribunale civile di Terni ha riconosciuto 588 mila euro agli eredi della vittima, senza considerare gli interessi maturati.
Marco Baltimori era stato colpito dal rimorchio del suo camion che aveva portato a lavare.  
L'incidente era accaduto il 29 giugno del 2011, nella città tedesca di Chemnitz.
L’uomo, trasportatore ternano dipendente di una ditta di Narni, era stato ricoverato all'ospedale di Chemnitz dove era morto il 3 settembre, dopo 66 giorni di agonia e diversi interventi chirurgici.
La vicenda, oltre a due processi penali - uno concluso in Germania e un altro in corso a Terni, che vede imputate tre persone - ha portato con sé anche la causa civile intentata dai familiari dell'autotrasportatore, in particolare la moglie e la figlia, nei confronti dell'impresa di cui Baltimori era dipendente.