500 Tir al giorno passano per Terni

I mezzi pesanti continuano a sfidare i divieti d'accesso e le proteste di residenti e commercianti
Terni

Il transito di mezzi pesante nel centro di Terni sta diventando un problema insopportabile. I tanti Tir, che ogni giorno traversano la città contribuendo al congestionamento, alla crescita dell’inquinamento cittadino oltre a rappresentare un problema per la sicurezza stradale, provocano le proteste di residenti e commercianti. Sono cinquecento al giorno i mezzi pesanti che passano lungo le strade cittadine, creando anche un’altra serie di questioni: intasamenti, danneggiamenti a marciapiedi e rotonde, stress eccessivo per il fondo stradale.
E’ su questo problema che la Cgil di Terni e la Filt Cgil umbra (il sindacato di categoria dei lavoratori dei trasporti) chiedono  salga l’attenzione. 
“La prima volta che abbiamo puntualizzato una nostra posizione in merito ai circa 500 tir che ogni giorno transitano verso le aree industriali di Terni, in entrata e in uscita – si legge in una nota congiunta di Cgil Terni e Filt Cgil Umbria – lo abbiamo fatto in un’iniziativa pubblica il 17 ottobre 2017”.
  “La necessità di ridurre il traffico legato alle aree industriali cittadine, per la nostra elaborazione è un tema centrale – continuano Cgil e Fit – al punto da averlo ripreso e inserito tra le nostre proposte programmatiche sia nel documento “Gli Stati Generali del Lavoro”, presentato alla città insieme alla Cisl il Primo Maggio scorso, sia nel documento conclusivo del congresso provinciale della Cgil di Terni, appena concluso». Il tempo scorre e quindi “riteniamo urgente chiudere quanto prima la stagione degli annunci per dare concretezza alle nostre proposte e aggredire questo problema”.