Calciatore 17enne colpito alla testa in uno scontro di gioco, sarà operato

La botta violentissima alla fronte gli ha provocato un infossamento della scatola cranica visibile addirittura ad occhio nudo
Terni

Grave incidente domenica sul campo del Terra Umbra, nella zona di Maratta, a Terni, durante la partita di prima categoria che vedeva opposte la formazione locale dell’Accademia Calcio Terni contro l’Ortana. Quando mancavano un paio di minuti alla fine del primo tempo un giocatore ha subito una botta violentissima alla fronte, che gli ha provocato un infossamento della scatola cranica visibile ad occhio nudo, per sistemare il quale dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico programmato per la giornata di oggi.

A rimanere gravemente ferito il capitano della formazione di casa, di 17 anni, che ha tentato di colpire la palla di testa, quando l'attaccante della formazione laziale si è scontrato con lui violentemente. Il difensore ternano è stato colpito accidentalmente alla testa da una testata del collega dell’Ortana, nel tentativo di intercettare la palla.

Il 17enne dell’Accademia è stramazzato al suolo, immobile ma cosciente, seppure in stato confusionale per la gran botta. L’arbitro ha immediatamente fermato il gioco. 
Dopo il violento impatto, riporta il , l’arbitro ha immediatamente fermato la partita e dato l’allarme. Il ragazzo era cosciente ma sulla sua fronte compariva «una specie di buco».
Sul posto gli operatori del 118 hanno immobilizzato il collo del 17enne e lo hanno trasportato all’ospedale Santa Maria di Terni dove è ora ricoverato nel reparto Maxillofacciale nell’attesa di sottoporti nella mattinata di martedì a un intervento nella zona dell’infossamento della fronte.