Reatino viene a caccia a Terni e perde il fucile: denunciato dalla Polizia di Stato per omessa custodia dell’arma

Sempre a Terni, una donna denunciata per procurato allarme
Terni

Domenica scorsa, 13 dicembre, un reatino di 58 anni, dopo una battuta al cinghiale in territorio ternano, è rientrato a casa senza il suo fucile, che, con tutta probabilità, aveva appoggiato all’auto in una piazzola di sosta in zona Piediluco ed era poi ripartito, dimenticandoselo.

L’arma, recuperata da alcuni passanti, era stata consegnata alla Squadra Volante della Questura che è risalita al proprietario. L'uomo è stato denunciato.

Sempre a Terni, una donna di 49 anni, ieri sera, lunedì 14 dicembre, ha chiamato le Forze dell’Ordine in preda ad un forte stato di agitazione, dicendo che la sua bambina era rimasta chiusa in casa da sola.   

Sono stati subito chiamati i Vigili del Fuoco, che dopo essere entrati nell’abitazione, di proprietà del padre della bambina ed ex marito della donna, rompendo una finestra, non hanno trovato nessuno all’interno dell’abitazione,

Poco dopo la bambina è arrivata insieme al padre, con il quale era uscita regolarmente.

La donna è stata denunciata per procurato allarme ed è emerso che già in precedenza si erano già verificati alcuni dissidi a causa della separazione.