Vendita Ast, Marcegaglia venerdì a Terni

Appuntamento con con istituzioni e sindacati per illustrare il “progetto industriale” per l’acquisizione di Acciai speciali Terni
Terni

I manager del gruppo industriale  Marcegaglia saranno a Terni venerdì 19 giugno per un primo passaggio con istituzioni e sindacati in cui illustrare il “progetto industriale” per l’acquisizione di Acciai speciali Terni.
L’industriale Antonio Marcegaglia non molla, non vuole rinunciare all’opportunità di far conoscere il proprio progetto per Acciai Speciali Terni alle istituzioni locali e pure ai sindacati perché in città c’è chi nutre perplessità rispetto all’ingresso del player italiano in viale Brin.
Che il gruppo sia interessato all’acciaieria di Terni non è una novità. Antonio Marcegaglia, presidente e Ceo del gruppo mantovano con un fatturato da oltre 5,5 miliardi di euro e 6.600 dipendenti in 28 stabilimenti, non ha mai fatto mistero dell’interesse per Ast. Interesse confermato dopo la notizia diramata da Thyssenkrupp circa la volontà di mettere in vendita viale Brin, ma che già era emerso negli anni passati.

Ora l’intenzione di Marcegaglia sembra essere quella di consolidare la propria credibilità e “anticipare” le possibili mosse degli altri competitor. Verso Ast ci sarebbe infatti l’interesse di almeno quattro soggetti.
Oltre a Marcegaglia, anche l’altro player italiano Arvedi, a cui si accompagnerebbero due realtà imprenditoriali internazionali, la cui identità è però ancora chiusa nei cassetti dell’ad di viale Brin, Massimiliano Burelli.
La vendita dovrebbe avere un valore prossimo al miliardo di euro.