Sei società in corsa per le Acciaierie

L'ad Burelli gela il gruppo Marcegaglia
Terni

Il gruppo Marcegaglia non è l'unico ad essere interessato ad Acciai Speciali Terni e il pressing che sta facendo potrebbe addirittura risultare controproducente per la conclusione dell'acquisto.
“Il gruppo Marcegaglia  ha scritto una lettera alla Thyssenkrupp nella quale manifesta l’interesse per AST. Ne siamo contenti, direi quasi orgogliosi, visto che si tratta  del nostro cliente più grosso. Ma vorrei ricordare ai fratelli Marcegaglia che oltre alla loro sono arrivate altre manifestazioni di interesse e che essersi già presentati qui in città , ad istituzioni e sindacati, non significa nulla. Anzi, da un certo punto di vista complica le cose”.
Lo afferma l’amministratore delegato di Acciai Speciali Terni, Massimiliano Burelli, in un'intervista rilasciata a  Marco Patucchi di Repubblica.
“Thyssenkrupp non ha ancora aperto la procedura formale e pubblica di vendita, che tra l’altro prevede la nomina di un advisor – ha aggiunto Burelli - dunque mi sembra prematuro ogni atto. Abbiamo ricevuto manifestazioni di interesse anche dal gruppo Arvedi e da due gruppi esteri che hanno chiesto riservatezza sull’identità. E a quanto ci risulta anche altre due aziende straniere starebbero preparando la lettera. Tutti avranno pari opportunità, nessuno parte in vantaggio. È un passo lecito, ma irrituale - conclude - che potrebbe essere frainteso. Qualcuno potrebbe pensare che già c’è un accordo, quando ovviamente non è e non può essere così”.