Tarquinia, bimbo di Amelia salvato da cani bagnino

Rischiava di annegare ma le unità cinofile del Sics lo hanno raggiunto e trascinato a riva
Tarquinia

Si è appena spento il caso del nuotatore Magnini che ha salvato un bagnante in Sardegna che stava per affogare, che subito le cronache riportano il salvataggio, ad opera di due cani bagnino, avvenuto a Tarquinia.

E’ accaduto nel primissimo pomeriggio di domenica, protagonisti due cani delle squadre cinofile della Scuola Italiana Salvataggio Tirreno che, visto in difficoltà un piccolo di 7 anni che vive ad Amelia, si sono buttati in acqua afferrandolo in tempo.

Dopo pranzo il bambino era andato a fare il bagno con il nonno, sfuggito al controllo dell'uomo a causa del vento, si stava allontanando troppo.

Ad un certo punto il canotto su cui giocava si è ribaltato e il bimbo è finito in acqua.

I due cani, Wendy e Kobe, avvertito il pericolo imminente, si sono lanciati insieme agli istruttori ed in pochi secondi lo hanno riportato a riva sano e salvo.