Calciatore del Superga48 colpito da un violento pugno in faccia durante la sfida col Bevagna

Il 23enne spoletino ferito è stato trasportato in ospedale, mentre in campo e sugli spalti scoppiava la bagarre
Spoleto

Quando lo sport degenera e diventa pura violenza. Un brutto episodio è avvenuto domenica sul campo di calcio di Baiano, durante la sfida fra Superga 48 e il Bevagna, della Prima Categoria. quando al 90° sul risultato di 1-1, un giocatore del Bevagna, di 26 anni in un atto di follia ha sferrato un pugno in faccia all'avversario di anni 23, difensore centrale spoletino.
Il giovane colpito in volto è stramazzato a terra, e si è dovuto ricorrere alle cure sanitarie per poterlo rianimare, per poi ricoverarlo in ospedale. 
Sul campo e sugli spalti il violento gesto ha avuto l'effetto di scatenare una bagarre, tanto che sul posto è stato richiesto l’intervento dei militari, oltreché dell’ambulanza del 118, che ha soccorso il calciatore ferito al volto.
   I carabinieri arrivati sul campo di Baiano hanno identificato il giocatore e sentito alcune persone che hanno assistito all’episodio violento consumatosi davanti ad alcune decine di giovanissimi calciatori della società padrona di casa. Ripristinata la calma dopo un quarto d’ora abbondante, il giudice di gara ha fatto tornare in campo i giocatori e ha poi proceduto al fischio finale.