Giovani artisti dello Sperimentale alla “prima” della Scala di Milano

L'inaugurazione della stagione domani 7 dicembre con "Madama Butterfly" di Puccini
Spoleto

Ancora una volta i giovani artisti dello Sperimentale, dopo aver vinto il Concorso per cantanti lirici di Spoleto del "Belli" ed essersi "laureati" affrontando le stagioni liriche sperimentali di Spoleto e dell'Umbria, hanno raggiunto la vetta calcando il massimo teatro lirico: La Scala di Milano. Sono infatti presenti nel cast di Madama Butterfly, opera inaugurale della stagione scaligera che va in scena il domani 7 dicembre con la direzione di Riccardo Chailly e la regia di Halvis Hermanis, ben quattro giovani artisti in ruoli diversi: Annalisa Stroppa, mezzo soprano, nel ruolo di Suzuky, Costantino Finucci impersonerà Yamadori, Leonardo Galeazzi vestirà i panni di Yakusidè, mentre Maria Miccoli quelli della Cugina. Un importante risultato per i quattro giovani artisti vincitori di Spoleto, il cui merito di aver raggiunto il palcoscenico più importante è senz'altro il loro. Il Teatro Lirico Sperimentale ha però in qualche modo contribuito nella loro scoperta e nelle opportunità offerte nel biennio di perfezionamento e di produzioni liriche a Spoleto e in Umbria. Di certo il pubblico di Spoleto e delle città umbre che ospitano la stagione regionale potranno ricordare le interpretazioni di Annalisa Stroppa, vincitrice del 2009, che ha interpretato il ruolo di Maddalena e Giovanna in Rigoletto e successivamente Carmen in Tragédie de Carmen nel 2010; Leonardo Galeazzi, tra l'altro di Terni, basso che ha interpretato il ruolo di Don Pasquale nell'omonimo capolavoro di Donizetti, dopo aver anche interpretato il Conte di Almaviva ne Le nozze di Figaro di Mozart e Mustafà nell'Italiana in Algeri di Rossini nella fortunata edizione curata per la regia da Giorgio Pressburger e presentata anche nel festival ungherese di Miscolc, e Uberto ne La serva padrona presentata a Spoleto e successivamente in Giappone.

In scena a Milano anche Costantino Finucci, vincitore nel 2005 e più volte richiamato, che ha interpretato a Spoleto e in Umbria vari personaggi tra cui Marcello ne La Bohème di Puccini nel 2015, Lord Enrico Ashton ne Lucia di Lammermoor di Donizetti oltre che Germont nella fortunata edizione de La Traviata del 2012 presentata dallo Sperimentale anche a Roma al Teatro Italia nell'ambito delle attività di promozione della Regione Umbria. Il mezzosoprano Maria Miccoli, ora scaligera, ha collaborato più volte debuttando a Spoleto nel ruolo di Cuniza in Oberto Conte di San Bonifacio di Verdi, Serpilla ne Il Giocatore di Cherubini e Lisinga ne Le Cinesi di Gluck. Ai giovani artisti un grande in bocca al lupo da tutto il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.