Canti d'amore a Villa Redenta per una serata di operalieder

Evento in memoria di Donatello Cecchini, amico del “Lirico Sperimentale”
Spoleto

Domani sera, mercoledì 18 settembre 2019 alle ore 21.00, Villa Redenta si colora di Liebeslieder, canti d’amore intervallati da testi letti dall’attore Tommaso Minniti e luci di Eva Bruno. «Una drammaturgia che si basa sulla selezione del Maestro Zurletti di alcuni Lieder di Brahms, Schubert e Schumann – afferma il regista Davide Gasparro. Canti d’amore, lamenti per l’assenza o - a seconda dei casi - la presenza della figura amata, nostalgia legata al tema amoroso. L’idea è quella di intessere una drammaturgia, intrecciando i brani e facendoli idealmente dialogare con la vivisezione, quasi logica e spietata, che Roland Barthes fa nel suo Frammenti di un discorso amoroso».

Movimenti estremamente semplici nello spazio caratterizzeranno la regia della serata, proprio per «il grande rispetto necessario in questo repertorio», ci ricorda il regista Gasparro - che ha curato sempre per il Teatro Lirio Sperimentale “A. Belli” anche la regia dell’intermezzo Drosilla e Nesso, andato in scena con grande successo lo scorso weekend al Teatro Caio Melisso di Spoleto – e «come dal buio affiora la luce, lo scopo della regia è quello di far emergere dalla quiete della dinamica in scena tutta la potenza dei brani cantati».

Interpreti vocali Yulia Merkudinova (soprano), Silvia Alice Gianolla (mezzosoprano), vincitrici della 73ma edizione del Concorso “Comunità Europea” per giovani cantanti lirici del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” e Alessandro Fiocchetti (tenore), selezionato tramite libere audizioni dal Teatro Lirico Sperimentale; al pianoforte il Maestro Luca Spinosa.

In scena un pianoforte, alcune sedie e un leggio sono gli strumenti utili a imbastire, più che una vera e propria esposizione, un «discorso intorno all’amore». E attraverso la lettura dei brani di Barthes e dei testi dei Lieder – conclude Gasparro - «si vuole far percepire le varie sfumature che questo enorme tema può riservare».

La serata è in memoria di Donatello Cecchini, grande amico e sostenitore convinto del Teatro Lirico Sperimentale “A.Belli” di Spoleto.

La 73ma Stagione Lirica Sperimentale continua con Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini su regia di Paolo Rossi che, dopo le anteprime per le scuole (17/09, ore 18.00 | 18 e 19/09, ore 10.00), debutterà a Spoleto al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti (20 e 21/09, ore 20.30 | 22/09 ore 17.00), al Teatro Lyric di Assisi (23 e 24/09, ore 20.30 | 25/09 ore 10.00 – recita per le scuole), al Teatro degli Illuminati di Città di Castello (26/09, ore 20.30), al Teatro Comunale di Todi (27/09, ore 20.30) e al Teatro Mancinelli di Orvieto (28/09, ore 20.30).