Il restauro della scalinata di piazza Pianciani è fermo a metà dell’opera

Il Comune ha deciso di passare la pratica all’ufficio legale per farsi risarcire l'intero danno
Spoleto

A settembre del 2018 fu riaperta a Spoleto la scalinata di piazza Pianciani. Era chiusa dal dicembre dell'anno precedente, dopo essere stata in parte danneggiata da uno dei mezzi della Valle umbra servizi. Incidente per il quale è stata oggetto di una serie di interventi di messa in sicurezza.
    In particolare fu realizzata una struttura in tubi di acciaio per proteggere tutta la parte danneggiata e renderla inaccessibile al pubblico, garantendo al contempo l'apertura parziale del percorso pedonale nel lato destro.
Per tale intervento vennero spesi i soldi sborsati dall'assicurazione, vale a dire 171mila euro. Cifra che fu considerata comunque come un acconto.
Nel frattempo il Comune ha provveduto a mettere in sicurezza la scalinata, riaprendo il passaggio pedonale. Ora però si vorrebbe completare l'opera di restauro, ma a quanto sembra il Comune di Spoleto è ancora in attesa di ottenere il risotro di tutto il pregiudizio subito. E dunque si è dato incarico all'ufficio legale di valutare le specifiche esigenze difensive dell'Ente. Va ricordato che il progetto definitivo del restauro della scalita prevede un totale di 500 mila euro (danno diretto)