Spoleto dice no all’ipotesi di bruciare “Css“ nei cementifici

La città aderisce alla manifestazione che si terrà il 24 aprile anche a Perugia, Terni e Gubbio
Spoleto

Anche Spoleto dice no all’ipotesi di bruciare Css (Combustibile solido secondario)  nei cementifici. "Il rischio che questa questione possa riguardare anche la città di Spoleto c’è – afferma Marco Capoccia (nella foto) del comitato Rifiuti Zero – e allora ci uniamo a Perugia, Terni e Gubbio in una manifestazione pubblica, nel massimo rispetto delle normative Covid, che si terra sabato 24 aprile anche a Perugia, Terni e Gubbio. Iniziativa organizzata dal Comitato Rifiuti Zero, movimento Difendiamo Spoleto e ConSi, per riaccendere l'attenzione su un temma molto sentito dalla città.