Nuovo acceleratore lineare al San Matteo degli Infermi

L'ospedale di Spoleto verso la piena riconquista della normalità dei servizi e prestazioni dopo aver superato la fase più acuta dell’emergenza Coronavirus
Spoleto

L'ospedale di Spoleto verso la piena riconquista della normalità dei servizi e prestazioni dopo aver superato la fase più acuta dell’emergenza Coronavirus. Del resto la Regione, per voce della presidente Tesei e dell’assessore Coletto, già da tempo aveva espresso la volontà di rendere gli ospedali di Foligno e Spoleto il terzo polo sanitario regionale nell’ambito del piano socio sanitario regionale che la Sanità si sta apprestando a redigere.
Sono riprese le attività di ricovero il 24 maggio sia come ricoveri ordinari che come Day Hospital. Le attività chirurgiche sono riprese appieno soprattutto per la robotica che è ritornata ai livello pre Covid. 

Nel confronto dello stesso periodo (24 maggio – 18 luglio) degli ultimi tre anni infatti emerge: 2019 intervento robotici 38, 2020 intervento robotici 24, 2021 intervento robotici 31.

Gli interventi complessivi sono stati 228 contro i 390 dello scorso anno. La differenza è data dalla carenza di anestesisti (4 in meno, da 15 a 11) con riorganizzazione delle sedute operatorie a vantaggio della chirurgia più complessa (robotica) e programmata, nonché quella ambulatoriale in cui un anestesista può essere presente su più sale operatorie. Se infatti agli 228 interventi programmati si aggiungono anche quelli di chirurgia ambulatoriale, pari a 256 totali il totale diventa di 484 interventi. Per ovviare alla carenza di anestesisti è in atto un concorso per Anestesia e Rianimazione a tempo indeterminato per 4 posti – scadenza 19 agosto 2021. 

Il pronto soccorso ha ripreso appieno le proprie attività.

Nel periodo 28 maggio – 17 luglio sono stati effettuati 2247 interventi complessivi.

Rispetto allo scorso anno lo stesso numero di medici (19 + responsabile) ma 5 infermieri in più (34 rispetto a 29). Due ambulanze 118 a disposizione, di cui una medicalizzata, e rispetto allo scorso anno ulteriori due ambulanze convenzionate non medicalizzate

Oculistica:
Ad oggi sono state effettuate n. 107 interventi intravitreali. Dal 25 agosto riprenderanno anche gli interventi di cataratta. Il servizio di oculistica di Spoleto verrà dotato di una autonoma sala operatoria per cataratte, al fine di abbattere le liste di attesa regionali per tale patologia.

Laboratorio Analisi:
Dal 17.6.21, a seguito di spostamento del punto vaccinale, si è potuto riallestire il punto prelievi in prossimità del laboratorio analisi e di riaprirlo.

Dal 17.06.2021 al 19.7.21 i pazienti ESTERNI afferiti al punto prelievi del P.O. di Spoleto sono stati 1834

Radioterapia:
È confermata la volontà di procedere alla dotazione dell’ospedale di un nuovo acceleratore lineare e le procedure sono in atto.

È stata infatti nominata dalla Direzione Generale una Commissione per la valutazione della necessità di acquisto o noleggio della apparecchiatura e delle caratteristiche tecniche generali.

La Commissione ha già discusso sul tipo di acceleratore consono all’attività del Servizio, tenuto conto che si aspetta un incremento dei trattamenti radioterapici che dovrebbero essere portati da 30 ad almeno 50 al giorno. È stata dunque nominata una commissione dedicata alla stesura del capitolato. Per ovviare, nel frattempo, ad eventuali problematiche tecniche dell'attuale acceleratore lineare si stipuleranno protocolli di intesa con le Aziende Ospedaliere per la presa in carico dei pazienti in caso di difficoltà. Ad oggi vengono trattati circa 30 pazienti al giorno.