Ex Cementir, se ne vanno altri 27 operai

Il piano industriale non convince le organizzazioni sindacali
Spoleto

La Ex Cementir di  Spoleto continua a ridursi. In organico al cementificio sono rimasti 41 operai dopo che altri 27 hanno optato per l'uscita volontaria e un'altra dozzina hanno lasciato Sant'Angelo in Mercole per trasferirsi in altri siti Colacem.
E dunque allo stato dei fatti questo resterebbe l'assetto per tutto il prossimo anno, segnato anche dall'attivazione della cassa integrazione straordinaria.
Sulla questione hanno espresso preoccupazione le organizzazioni sindacali, dopo aver letto il documento del piano industriale presentato dalla Colacem per il sito produttivo di Sant'Angelo in Mercole, dall'aprile scorso trasformato in centro di macinazione del clinker prodotto nello stabilimento di Gubbio. Sul piatto non c'è nessun investimento né garanzie dopo il 2020.