Spoleto, ladro di merendine colto in fragranza di reato

I carabinieri lo beccano mentre sta sfasciando col piccone un distributore automatico di bevande all'interno di una scuola
Spoleto

Continuano i furti nelle scuole spoletine. Un uomo, di anni 53, spoletino, pregiudicato, P.C., è stato sorpreso dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Spoleto all’interno della scuola “Giovanni Pascoli” della frazione San Giacomo di Spoleto mentre, con un piccone, stava mandando in frantumi il vetro di un distributore automatico di bevande. 
Alla vista dei militari non ha opposto resistenza ed è stato immediatamente tratto in arresto. Accusato di tentato furto aggravato ed evasione. L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari in forza di un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Spoleto, si era allontanato senza alcuna autorizzazione dalla propria abitazione per andare a compiere il furto.

I Carabinieri della Compagnia di Spoleto hanno da giorni disposto servizi straordinari in merito proprio al fatto che negli ultimi tempi sono stati denunciati numerosi furti presso gli istituti scolastici. L'ultimo arresto giunge a circa dieci giorni da un altro provvedimento restrittivo eseguito dai Carabinieri che avevano sottoposto a fermo di indiziato di delitto un soggetto di origini calabresi senza fissa dimora, trovato in possesso di un tablet rubato poche ore prima in un altro plesso scolastico, sempre della frazione San Giacomo. A seguito della convalida dell’arresto era stato sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere.