Il segretario della Lega chiede un incontro col sindaco De Augustinis

Virgilio Caparvi vuol ribadire che «non ci sono crisi né strappi ricuciti»
Spoleto

Il sindaco di Spoleto Umberto De Augustinis, nella conferenza stampa di fine anno, insieme a tutti i membri della giunta, ha stilato il bilancio del 2019 e ha voluto anche fare chiarezza sulla “scossa” politica provocata dai consiglieri comunali e assessori in quota Lega (prima forza di maggioranza), che con una lettera inviata al primo cittadino hanno messo seriamente in discussione il suo operato, ventilando anche una «gestione commissariale».
De Augustinis ha detto di non aver gradito tali critiche e ha colto l'occasione per sottolineare il carattere di riservatezza che avrebbe dovuto mantenere quella missiva, ribadendo che la sottoscrizione da parte di due assessori (Flavoni e Zengoni) ha posto comunque un «problema di tipo istituzionale». Il sindaco ha respinto tutti i rilievi: «Non si può certo accusare questa amministrazione di immobilismo né mi risulta che la città abbia percezione di questo».

E ha rivendicato la sua autonomia: «Scelgo persone di mia fiducia: mi interessano le competenze non le appartenenze politiche. Questo può anche essere criticato, ma dobbiamo muoverci all'interno di un quadro istituzionale».

La Lega dal canto suo ha ribadito il suo totale appoggio.

Il segretario regionale del Carroccio ha annunciato un confronto col sindaco di Spoleto per respingere scenari nefasti, sostenendo che «non ci sono crisi né strappi ricuciti: alzare la mano e prendere la parola, soprattutto quando si rappresenta la prima forza partitica ad aver contribuito all’elezione del sindaco, si chiama dialettica politica ed è un qualcosa di estremamente normale in ogni Comune o almeno così dovrebbe essere».
Il segretario regionale del Carroccio, insomma, minimizza la crisi e serra i ranghi in attesa dell’incontro con De Augustinis con cui conta di «parlare di metodo e merito, e lo farà in rappresentanza di due assessori e di sette consiglieri comunali, tutti parte attiva di questa amministrazione».