Sessantenne campano arrestato per furto a Spoleto

Aveva cercato di scappare all'alt dei Carabinieri
Spoleto

Nel pomeriggio di giovedì 18 febbraio, i Carabinieri del NORM di Todi, in sinergia con i colleghi della Compagnia di Spoleto, hanno arrestato un 60enne proveniente dalla Campania, ritenuto responsabile di alcuni furti in abitazione consumati nella notte nel centro Spoletino.

L’attività ha avuto inizio durante la notte precedente, quando i militari della Compagnia di Todi, nel corso di un servizio di controllo del territorio, avevano individuato un’autovettura il cui conducente, al quale era stato imposto l’alt, si era dato alla fuga in direzione della E45.

La pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile, dopo un breve inseguimento, aveva raggiunto il mezzo e bloccato il fuggitivo. Nel veicolo i militari, avevano recuperato un ingente quantitativo di preziosi e di monete in oro e argento di diverse nazionalità.

Le tempestive attività investigative hanno consentito di individuare il probabile luogo dove la persona fermata aveva consumato l’azione delittuosa: nel corso della stessa mattinata, con un’azione congiunta con i militari della Compagnia di Spoleto, è stato accertato che l’uomo aveva perpetrato diversi furti in danno di abitazioni di quel centro cittadino.

Le immediate e puntuali verifiche poste in essere dai militari di entrambi i reparti hanno permesso di rintracciare i legittimi proprietari ai quali è stata consegnata la refurtiva.

Esperite le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Spoleto che ha coordinato le indagini, l’arrestato è stato condotto in carcere.

Questa mattina, lunedì 22 febbraio, il GIP presso il Tribunale di Spoleto ha convalidato il fermo del 60enne, disponendo la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nell’occasione, l’uomo è stato anche sanzionato per aver violato le misure di contenimento della diffusione del Covid-19.