Spoleto dà l’ultimo saluto al suo amato Matteo

Tanta folla alle esequie del diciottenne morto nel mare pugliese durante una vacanza coi genitori
Spoleto

Una città in lacrime ha voluto essere presente ai funerali di Matteo Ubaldi, per dare l'ultimo saluto al giovane spoletino di 18 anni morto nel mare di Porto Cesareo, in Puglia, dove si trovava in vacanza con i genitori e alcuni amici.
La chiesa di Santa Rita, dove hanno avuto luogo le esequie, era ricolma di gente. Una folla commossa che di fronte ad una disgrazia così grande si è voluta stringere in un caloroso abbraccio ai familiari del ragazzo piegati letteralmente dal dolore.
Il padre Giuseppe è voluto intervenire durante l'omelia per esprimere la sua costernazione. invitando comunque tutti i presenti ad affidarsi alla fede cristiana, confidando nella parola di Dio. 
Ma a voler dare un ultimo saluto sono stati anche i suoi compagni di classe, e una lettera letta in chiesa scritta dalla sua cugina.
Tante lacrime, un immenso dolore, che si è tradotto infine in un fortissimo applauso, prima che la salma fosse poi trasportata e tumulata nella parte più nuova del cimitero di Spoleto.