Si gira “Don Matteo”, un po’ di nervosismo in città

Un volontario della Protezione Civile segnalato perché si è intrattenuto con Terence Hill e Frassica
Spoleto

A Spoleto sono iniziate le riprese di Don Matteo 12, per quella che dovrebbe essere la stagione conclusiva della fiction diretta da Raffaele Androsiglio (primo blocco) e Alexis Sweet (secondo blocco), e prodotta da Matilde e Luca Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction.
  Terence Hill, per la dodicesima volta, veste i panni del parroco più popolare d’Italia, insieme a Nino Frassica, nell’amato ruolo del Maresciallo Cecchini e a Maria Chiara Giannetta che, per il secondo anno consecutivo, interpreta il capitano dei Carabinieri Anna Olivieri.
  La messa in onda è prevista per il 2020 su Rai1.
Sta di fatto che, proprio perché si è probabilmente di fronte all'ultima edizione, a Spoleto si registra un certo nervosismo, soprattutto da parte del personale della Lux Vide.
Alla redazione è infatti giunta notizia che dalla casa di produzione è partita una lettera indirizzata alla responsabile della Protezione Civile di Spoleto, nella quale si chiede l'allontanamento dall'area interessata alle riprese di un operatore volontario della Pc, tale C. F. che si sarebbe reso responsabile di essersi intrattenuto per qualche minuto nei momenti di pausa con Frassica e Terence Hill.
Una “segnalazione” che ha indispettito il giovane volontario, tanto che ha dato mandato al suo legale per vederci chiaro sul comportamento di alcuni soggetti della Lux Vide.
Speriamo che come sempre alla fine Don Matteo ci metta le mani, risolva tutto e faccia opera di pacificazione.