Festival e Grandi Eventi, il Comune mette i soldi

Stabilito un contributo annuale di 180mila euro
Spoleto

Festival dei Due Mondi e altri "Grandi Eventi". Come riporta oggi il Messaggero Umbria, l'amministrazione comunale eroga i contributi a per le manifestazioni più rilevanti della città. In questi giorni, con la determinazione dirigenziale numero 1376 si è stabilito il consueto contributo annuale al Festival diretto da Giorgio Fearrara: 180 mila euro, su un bilancio complessivo di circa 5 milioni, di cui 3 dal Mibact. Una cifra giustificata con l'interesse a "valorizzare e incrementare il rapporto sinergico tra le due Istituzioni, finalizzandolo al potenziamento dell'immagine della città", e per questo, si spiega, il Comune è impegnato a garantire "ogni forma di collaborazione con la Fondazione Festival dei Due Mondi onlus, a rendere disponibili tutti gli spazi utili alla messa in scena delle performances artistiche e alla realizzazione delle attività formative, ad erogare contributi annuali a sostegno delle finalità della stessa, definiti di volta in volta dalla Giunta Comunale sulla base dell'attività svolta e delle compatibilità con le risorse del Bilancio Comunale".
Dunque, il contributo viene erogato tenuto conto che il "22 ottobre 2019 la Fondazione ha inviato il consuntivo dei costi sostenuti esclusivamente per i noli dei teatri e spazi teatrali, gli affitti degli uffici di proprietà comunale e le spese per i servizi forniti da Ase srl e Soc. Coop. Sistema Museo che ammonta ad euro 209.175,83"; ed inoltre dopo aver preso atto che la 62ma Edizione del Festival "si è svolta con particolare risalto" ed "ottenendo ampio consenso di pubblico e critica". Infine, si sottolinea che nel 2019 il Due Mondi ha programmato "un evento culturale di notevole rilievo anche nel mese di dicembre", ovvero Io spettacolo di e con Moni Ovadia "Cabaret Yiddish" (27 dicembre, ore 21, al Teatro Nuovo). Ma non solo Festival: l'amministrazione comunale ha anche disposto di erogare contributi (con determinazione dirigenziale numero 1378 pubblicata all'albo pretorio dell'ente) ad altri "Grandi Eventi" che hanno rendicontato le proprie spese. Dalla corsa dei vaporetti (5 mila euro) alla Settimana della danza (5 mila), da "Spoleto incontra Yamaguchi" (mille euro) alla società "Revolution" per un evento nell'ambito del Salotto delle eccellenze (4 mila); dalla Fondazione "Antonini" per "Spoleto sulla Luna" (1.500 euro) alla "Panathlon international club di Campello per l'ecocamminata sulla fascia olivata SpoletoAssisi (2mila), fino ad "Unichess" che ha organizzato il campionato di scacchi (2.500 euro) e a "Spoleto Studi d'arte" che cura "Incontri musicali" (5 mila euro). Con variazione di bilancio, poi, a luglio scorso la Giunta comunale ha inserito in bilancio "il contributo, finalizzato della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, di 9.500 euro a favore della Mostra del Trecento" il cui organizzatore era stato il Comune di Trevi.