Trovato il budget per produzione Don Matteo

Il Comune pagherà la somma di 30mila euro in due rate
Spoleto

E' ufficiale: il "Don" più conosciuto e amato d'Italia torna a Spoleto. A metà maggio partiranno le riprese della 13esima stagione di Don Matteo, il famoso sceneggiato ambientato nella città del Festival, che andrà in onda molto probabilmente non prima del prossimo anno.

Terence Hill, pseudonimo di Mario Girotti, 81 anni, vestirà di nuovo i panni del prete investigatore, mentre Nino Frassica quelli del maresciallo Cecchini.

Come riportato dalla determinazione dirigenziale pubblicata in questi ultimi giorni sull'albo pretorio del Comune di Spoleto, "ConSpoleto (Consorzio degli operatori turistici operanti a Spoleto, ndr), con il sostegno degli Enti territoriali locali e di altri soggetti che sostengono lo sviluppo del territorio, si è fortemente impegnata per trasferire a Spoleto il set principale della fiction Don Matteo, a partire dalla sua nona edizione, considerandola uno straordinario veicolo per la promozione e la conoscenza del nostro territorio e dei suoi attrattori turistici. Per favorire il raggiungimento di tale obiettivo, ConSpoleto ha assunto l’impegno di farsi caricodelle spese di ospitalità (pernottamento e fornitura di un pasto giornaliero sul set) della troupe della fiction per tutti i periodi  necessari alle riprese cinematografiche nel nostro territorio,ricercando e avvalendosi della collaborazione di soggetti della ristorazione e delle strutturericettive (in primo luogo quelle associate a ConSpoleto) per avere i pasti e le camere necessarie ad un prezzo fortemente agevolato. Per sostenere questo suo impegno, ConSpoleto ha avviato una campagna di ricerca fondi, chiedendo una congrua contribuzione anche al Comune di Spoleto. In occasione della dodicesima edizione della fiction la Giunta comunale, con la Direttiva n. 234 del 3 luglio 2019, ha formalizzato quanto emerso dal confronto avuto con le associazioni dicategoria e successivamente condiviso in sede di Osservatorio sul turismo, nella seduta tenutasi in data 12 giugno 2019,   accogliendo la richiesta di finanziamento avanzata da ConSpoleto pari  ad Euro 180.000,00,  da erogare in tre tranche, distribuite in tre esercizi finanziari: 2019 - Euro 100.000,00 a carico dell’esercizio finanziario; 2020 - Euro 50.000,00 a carico dell’esercizio finanziario; 2021 - Euro 30.000,00 a carico dell’esercizio finanziario".

ConSpoleto, si legge sempre nel documento, ha inviato il report complessivo relativo all’ospitalità riferita alla edizione 12 di Don Matteo, articolatasi in due blocchi di riprese, per un importo di 203.351,95 euro. Nel corso del 2019, l’Amministrazione comunale ha erogato la somma prevista pari 100mila euro, poi ha liquidato il totale dell'anno 2020.

Lo scorso 29 gennaio, ConSpoleto ha richiesto il saldo per l'anno 2021 e l'amministrazione comunale ha stabilito questi giorni di "erogare al Consorzio ConSpoleto l’acconto del 50% anno 2021, pari a 15mila euro".