Influenza stagionale: identificato con grande anticipo il primo caso

Il caso ha permesso di isolare il virus e approntare il vaccino
Scienza e Salute

Con grande anticipo rispetto al periodo epidemico, è stato identificato qualche giorno fa il primo caso di influenza stagionale. Il virus influenzale di tipo A/H3 è stato isolato su un bambino di tre anni e cinque mesi proveniente dalla Libia, ricoverato al dipartimento Materno-infantile dell'Azienda ospedaliero universitaria di Parma.

La notizia è stata data da Dire - Notiziario settimanale Sanità, in cui viene sottolineato che la notizia non deve però suscitare preoccupazione, questo non vuol dire che sia arrivata prima l'influenza. L'epidemia comincia così, con casi sporadici soprattutto in soggetti più deboli come i bambini, per poi fare il suo normale corso quando le temperature fredde si stabilizzano.
"Aver già isolato il virus- afferma Fabrizio Pregliasco, virologo presso il dipartimento Scienze biomediche per la salute dell'Università degli Studi di Milano e responsabile scientifico di è solo la dimostrazione di una buona capacità di individuare precocemente i casi sporadici che anticipano di molto la vera e propria stagione epidemica invernale. Il che è importante,in quanto sapere in anticipo che virus circola ci permette di confermare, come in questo caso, la validitò della scelta degli stipiti vaccinali e quindi l'efficacia della campagna vaccinale che comunque non va anticipata".