Blitz dei Nas in un ristorante, sequestrati 80 kg di carne avariata

Chiuso locale nel comune di S. Anatolia di Narco e multato il titolare
Sant'Anatolia di Narco

Nel corso del week-end il personale della Compagnia Carabinieri di Spoleto ha predisposto un servizio coordinato nel territorio della Stazione di S. Anatolia di Narco. Il personale impiegato unitamente ai carabinieri specializzati del Nucleo Antisofisticazione e Sanità (N.A.S.) di Perugia ha effettuato un controllo approfondito presso un esercizio commerciale della zona riscontrando anomalie e aspetti di rilevanza in materia igienico-sanitaria.

L’accesso svolto sempre con lo spirito di garantire un’adeguata sicurezza per il cittadino ha portato all’individuazione e al sequestro di circa 80 Kg. di carne -per un controvalore pari a 1.600 euro- non ritenuta idonea dal punto di vista alimentare, ancorché in cattivo stato di conservazione.

Tali elementi hanno costituito la segnalazione all’Autorità Giudiziaria su possibili responsabilità penali in relazione alla somministrazione di cibo deteriorato al pubblico. Inoltre, al titolare della struttura sono state contestate sanzioni amministrative per un ammontare pari a 2.000 euro relativamente a norme disattese e violazioni certificazioni HCCP.

Le evidenze hanno portato alla chiusura della cucina e dell’attività di ristorazione, nonché del deposito alimentare per ulteriori approfondimenti di settore e per la conseguente distruzione delle cose sottoposte a sequestro.

L’attività del N.A.S. non solo nella Provincia di Perugia, ma in tutta la regione Umbria, assume un ruolo strategico nei diversi settori sanitari e più in generale sulla vigilanza del rispetto della normativa sulla produzione e commercio delle sostanze alimentari e delle bevande. Tali compiti volti a vegliare sulla salute pubblica attraverso il controllo sulla genuinità delle sostanze alimentari assume assoluta importanza a salvaguardia del cittadino.