San Giustino: ripartono i buoni spesa per aiutare le famiglie in difficoltà

Assessore Guerrieri: “Possibilità di richiesta online per snellire la burocrazia garantendo trasparenza e concretezza”
San Giustino

La Giunta comunale di San Giustino, su proposta dell'assessore alle Politiche sociali Andrea Guerrieri, ha approvato la delibera che stabilisce le linee per l'utilizzo del Fondo di Solidarietà Alimentare di 68.125,24 euro assegnato dal Governo Nazionale con il Decreto Ristori Ter all'ente.

“Da mercoledì 16 dicembre fino a domenica 27 dicembre – dichiara l'assessore Andrea Guerrieri – sarà possibile richiedere i buoni spesa compilando il modulo di autocertificazione presente nel sito del Comune di San Giustino. I buoni spesa al pari di altri avvisi e misure, come il Family Tech, Noinsieme e il bonus per le famiglie numerose, vogliono rappresentare un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà, alleviando i disagi causati della pandemia da Covid-19. Le economie locali, i lavoratori precari e i cittadini particolarmente fragili si trovano a vivere nuove difficoltà, affrontando una situazione di emergenza sanitaria e sociale per alcuni versi nuova ma sempre di assoluta serietà. Il buono spesa presenta alcune novità rispetto alla fase del lockdown di aprile. Abbiamo voluto agire cercando di realizzare un principio di welfare modulare, calibrando il valore del buono sui differenti bisogni e fragilità delle famiglie, ampliando la platea degli utenti e includendo anche i percettori di reddito, seguendo dei parametri prestabiliti. Uno dei principali obiettivi che ci siamo prefissati è stato quello di tutelare i nuclei familiari maggiormente esposti che possono trovarsi in difficoltà per scadenze legate al contratto d’affitto o al mutuo per l’acquisto della prima casa, assieme alle famiglie con tanti figli e quindi molto numerose. Invariato invece la possibilità di utilizzo della piattaforma digitale per l’invio della modulistica: uno strumento utile per snellire le procedure burocratiche e garantire la massima trasparenza e concretezza”.

Le modalità di erogazione del buono spesa, per gli aventi diritto, sono definite dunque in base alla composizione del nucleo familiare, con un contributo di 130 € per nuclei composti da una sola persona, 200 € per nuclei di due persone, 250 € per nuclei di tre persone, 300 € per nuclei di quattro persone, 350 € per nuclei di cinque e 400 € per nuclei di 6 o più persone.

Su valutazione dei Servizi Sociali comunali l’ammontare del buono potrà essere incrementato fino ad un massimo € 50,00 in relazione alla presenza nel nucleo familiare di minori (0/3 anni) o di persone con disabilità grave.

“I beneficiari – conclude Guerrieri – verranno informati tramite e-mail dove sarà comunicato il codice univoco da comunicare al negozio di alimentari scelto durante la compilazione della richiesta. Siamo costantemente al lavoro per far sì che tutti i cittadini possano uscire da questo duro periodo con le minori ripercussioni possibili. Per questo vogliamo continuare a sostenere il progetto di solidarietà alimentare “Spesa SOSpesa” portato avanti da Protezione Civile di San Giustino e PAT Croce Bianca in collaborazione con i Servizi Sociali comunali.

Servizio che è andato avanti per tutta la fase di emergenza sanitaria con la consegna di pacchi alimentari e beni di prima necessità alle famiglie più bisognose”.

I servizi sociali del Comune di San Giustino informeranno e supporteranno i cittadini per l’accesso ai buoni spesa. Per informazioni sarà possibile contattare l’Ufficio della Cittadinanza al numero 075-86184470 nei giorni di martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9 alle 13.