Operaio muore schiacciato dal proprio furgone

Il 60enne è rimasto intrappolato nella morsa e c’è voluto l’intervento degli operatori del 118 per tirare fuori il corpo senza vita dell’uomo
San Gemini

Un operaio di 60 anni, di origini albanesi ma residente da anni a Terni, ha perso la vita in un infortunio sul lavoro accaduto giovedì 29 luglio a San Gemini. L’uomo, nel tardo pomeriggio, stava eseguendo delle manovre con il furgone, da cui era sceso, quando il mezzo si è spostato e l’ha schiacciato contro un muro di recinzione.
Il 60enne è rimasto intrappolato dal mezzo e c’è voluto l’intervento degli operatori del 118 per tirare fuori il corpo senza vita dell’uomo.

L’operaio stava procedendo all’autospurgo del bagno chimico di un ristorante della zona.
Sul posto i carabinieri della stazione di San Gemini che hanno messo in sicurezza l’area dove è accaduto l’incidente e avviato le indagini.
 La salma si trova all’obitorio dell’ospedale Santa Maria di Terni, a disposizione del magistrato, che, con ogni probabilità, disporrà l’autopsia per chiarire al meglio le cause del decesso. Il mezzo è stato posto sotto sequestro.