Terremoto, cittadini zone colpite manifestano a Roma

Chiedono meno burocrazia e azioni urgenti
Roma

"Per sei mesi si sono dimenticati di noi, ci hanno detto 'non vi lasceremo soli'. Noi vogliamo che da oggi in poi ci ascoltino per risolvere i nostri problemi, il trend messo in piedi è di far morire i nostri territori e questo non ci sta bene. Noi non molleremo e questo è quello che diremo oggi alla delegazione di parlamentari che ci riceverà all'una. Si può andare avanti così? Io credo che questi paesi moriranno e noi non lo permetteremo". A dirlo Giuseppe Mariani, uno dei promotori della manifestazione organizzata questa mattina a piazza Santi Apostoli a Roma dalle popolazioni terremotate dell'Umbria, delle Marche e del reatino.

"Le proposte che faremo alla delegazione di parlamentari che ci riceverà oggi - ha continuato - sono un intervento immediato per gli agricoltori e per chi vive nelle roulotte, chiederemo procedure con tempi rapidi per le autorizzazioni delle riparazioni degli edifici danneggiati in modo lieve, chiederemo di rivedere le progettazioni delle casette affinché le famiglie possano viverci per il tempo necessario".