Referendum, il Sì verso il 70%

Alle regionali gli exit poll proiettano un quadro di parità fra centrosinistra e controdestra
Roma

Dai primi risultati, su circa il 10% di schede scrutinate, il referendum costituzionale fa registrare la vittoria netta del Sì, in vantaggio con il 69,23% contro il 30,77%.
Per quanto riguarda le Regionali, ancora si è in presenza di una situazione di parità, almeno per il momento.
Con il centrodestra che può già segnare le vittorie (schiaccianti) in Veneto, Liguria e Marche e il centrosinistra che invece può considerare per ora "salva" soltanta la Campania.
In Toscana, infatti, il vantaggio del candidato piddì è lieve, appena tre punti, mentre in Puglia si profila un testa a testa all'ultimo voto.
A uscirne completamente sconfitto è senza dubbio il Movimento 5 Stelle, che non solo non conquista alcuna regione, ma non riesce neppure ad essere della partita.
Si deve accontentare del referendum costituzionale. Un risultato che, però, corre a intestarsi anche il Partito democratico dimenticandosi che alle prime tre votazioni aveva votato contro.