Sanità – La riforma della proprietà commutativa

Il Fondo sanitario resta lo stesso e i Governatori prima abbaiano e poi “Fanno Cuccia” da Renzi
Roma

Di Ciuenlai - Nuova Proprietà commutativa – Cambiando l'ordine dei posti in cui ci si trova, la somma non cambia, ma il giudizio si.

Traduciamo in legge di stabilità. Restando uguali gli stanziamenti per il Fondo Sanitario Nazionale, il giudizio dei Governatori muta a seconda del luogo calpestato (Per esempio se riuniti a Palazzo Chigi, da sfavorevole diventa favorevole). Che voglio dire? Ve lo spiego subito :

Legge di stabilità – Fondo Sanitario a 111 miliardi. Le Regioni fanno un bordello “così si cancella la sanità pubblica , a rischio i farmaci salvavita, aumenteranno i ticket e diminuiranno le prestazioni" ecc.

Incontro Stato – Regioni -  Il fondo sanitario resta a 111 miliardi. I Presidenti all'unisono dichiarano “è stato un incontro positivo”.

Le cose sono due ;  o le Regioni non sanno fare i conti o “il metodo Tronca” comincia a mettere pepe nel sedere di molti Governatori (Chiamparino in testa).

P.S. -  Uno di Giornali "non di lotta ma di Governo", ci fa sapere infatti che hanno ottenuto solo briciole. Ma sarebbero proprio queste briciole ad averli calmati. Si tratterebbe di 120 milioni per le assunzioni. Cioè le Regioni, debbono stringere la cinghia sull'assistenza sanitaria e sulle prestazioni ai cittadini e dopo l'abbuffata dei Provinciali, la cui vicenda è tutt'altro che conclusa, possono tornare a spendere soldi per incrementare i loro “burodromi”? Che i sistemi clientelari vengano prima della nostra salute? E' un dubbio che mi tormenta da qualche tempo. Ma io, non fò testo, sono un gufo.