Nuovo DPCM: tutte le regole in vista del Natale e Capodanno

Messa anticipata e ristoranti aperti a pranzo
Roma

Oggi, giovedì 3 dicembre, verrà firmato il nuovo DPCM che regola tutte le misure da adottare a livello nazionale in vista delle festività natalizie.

La bozza del decreto ministeriale, presentata alle Regioni, prevede alcune ulteriori restrizioni aggiuntive a quelle già in vigore:

  • divieto di circolazione tra i Comuni il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio 2021 (salvo esigenze di lavoro, necessità o urgenza);
  • ristoranti aperti solo a pranzo il 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio;
  • divieto di spostamento tra regioni (anche gialle) dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 (ma si possono comunque raggiungere i parenti anziani soli);
  • ristoranti e alberghi chiusi il 31 dicembre (solo servizio in camera);
  • negozi chiusi dalle ore 21 e il 31 dicembre dalle ore 18;
  • coprifuoco dalle 22 alle 5 su tutto il territorio nazionale probabilmente fino al 6 gennaio 2021;
  • Messa di mezzanotte anticipata (forse alle 20);
  • vietato organizzare feste con non conviventi;
  • limitare il numero dei commensali a tavola (si parla di 6-8 persone);
  • impianti invernali e piste da sci rimangono chiusi, mentre possono aprire gli alberghi montani;
  • quarantena obbligatoria per chi torna dall'estero (valida dal 20 dicembre).

Stasera, intorno alle 20 e 15, è attesa la videoconferenza del premier Giuseppe Conte in diretta da Palazzo Chigi.