Dopo la “presa” dell’Umbria il centrodestra a vele spiegate verso la conquista della rossa Emilia

Sondaggio: il centrodestra (Lega Fdi e FI) è al 49,4%, mentre i giallorossi (Pd, Iv, M5s, Sinistra) sono al 43,4%
Politica

A guardare l’ultimo sondaggio realizzato da Index Research per Piazza Pulita su La7, non v’è dubbio alcuno che la tornata elettorale in Umbria abbia aperto un fronte grande come una voragine, dove a trarne vantaggio è sempre più il centrodestra a trazione leghista, e a farne le spese sono i due attuali (casuali e momentanei) alleati di Governo, Lega e Pd di Zingaretti.
Nell’approfondimento politico condotto ogni giovedì sera da Corrado Formigli nella prima serata di La7 i numeri parlano chiaro, si è di fronte ad una Lega che si mantiene saldamente in testa nelle intenzioni di voto degli italiani, ancora in crescita, fino ad arrivare a toccare quota 34% di consensi.

Il Partito Democratico recupera lo 0,2% - e fa segnare il 19,5%, ma resta comunque sotto la soglia “psicologica” del 20%.

Ma ciò che più colpisce gli osservatori politici è il declino del Movimento 5 Stelle, giunto ai minimi storici, sotto quel misero 17% raccolto alle Europee del 2018 (in Umbria si è fermato al 7%). Insomma il partito di Beppe Grillo e Luigi Di Maio ottiene appena il 16,8% (in calo di 0,6 punti percentuali).

Quarta forza politica del Belpaese è Fratelli d’Italia che ormai staziona al 9%, molte tacche prima della declinante Forza Italia che in questo momento non riesce ad andare sopra il 6,4%.

E sempre in termini di fanta-voti si arriva al fanalino di coda dove si trova Italia Viva, il nuovo partito di Matteo Renzi, che non va oltre il 4,8%, continuando a smarrire consensi.

Tirando le somme, per Index la coalizione del centrodestra (Lega Fdi e FI) è al 49,4% (+0,7), mentre quella giallorossa (Pd, Iv, M5s, Sinistra) è al 43,4% (-0,5 rispetto alla scorsa settima).

Con queste premesse Matteo Salvini corre a spada tratta verso la conquista della “rossa” Emilia, dove si voterà il 26 gennaio prossimo.
Qui il centrodestra si presenterà unito con alla testa il leghista Lucia Borgonzoni.
Il centrosinistra, invece, si ripresenterà con l'attuale governatore uscente, il dem Stefano Bonaccini, con un Movimento Cinque Stelle defilato, in quanto, per quanto se ne sappia fino ad ora, non avrebbe intenzione di avanzare nessuna propria candidatura, evitando così dolorosi post-calcoli e scontate brutte figure.
E a proposito, sempre parlando di previsioni, c’è un sondaggio rivelato da ilGiornale.it, che evidenzierebbe senza ombra di dubbio come in Emilia il centrodestra sia attualmente avanti di sei punti percentuali rispetto al Dem. E al voto di gennaio mancano ancora più di due mesi.