Fossato di Vico, pensionato condannato per violenze su minore

Ad un rigattiere 68enne inflitti altri due anni di reclusione
Canali:
Perugia

Sono in continuo aumento in Umbria i casi su violenze a donne e minori, nonostante le condanne che si susseguono regolarmente.

Questa volta ad essere condannato a 2 anni di reclusione è un rigattiere di Fossato di Vico, già condannato in via definitiva a sei anni e otto mesi di reclusione per aver stuprato un bambino di appena nove anni.

La prima volta il pedofilo fu processato grazie all'indagine dei carabinieri di Gubbio che avevano piazzato delle cimici e delle telecamere nel seminterrato di proprietà dell'anziano mentre attirava i piccoli.
I militari intervennero prontamente e arrestarono il 68enne in flagranza di reato.

Il avvenne nell'estate del 2014 e fu immediatamente condannato a sei anni e otto mesi con rito abbreviato dal gip Luca Semeraro.

Dopo quella condanna ed anni di carcere gli investigatori hanno indagato in merito a possibili altre violenze su minori, tra cui la sorellina del piccolo.

Appurati i nuovi fatti il pm titolare dell'inchiesta, Valentina Manuali, ha chiesto e ottenuto una seconda misura cautelare di 2 anni.