Condannato a 12 anni il violentatore di minorenni

L'equadoregno Fernando Polzoni venne arrestato a giugno dello scorso anno dopo aver violentato una quindicenne in un vicolo di corso Vannucci
Perugia

E’ stato condannato a dodici anni di reclusione per violenza sessuale nei confronti di tre ragazzine.
La sentenza per Fernando Polzoni, il 20enne Ecuadoregno residente a Bastia Umbra, è arrivata ieri.
Il giovane fu arrestato lo scorso giugno dai carabinieri di Perugia dopo l’aggressione sessuale di una studentessa di 15 anni in un vicolo del centro storico di Perugia.

L’imputato, la stessa sera, ha tentato di baciare anche un’amica della ragazzina. La decisione è arrivata al termine del procedimento con rito abbreviato. Il giudice per l’udienza preliminare, Margherita Amodeo, ha giudicato l’imputato con rito abbreviato, ha emesso una sentenza anche più dura della richiesta che aveva fatto il procuratore aggiunto, Giuseppe Petrazzini. Il magistrato infatti aveva sollecitato 11 anni e 8 mesi con la concessione delle attenuanti generiche per l’incensuratezza.
Disposte anche le provvisionali immediatamente esecutive da liquidare alle tre parti civili costituite. Il giudice lo ha condannato al pagamento di una provvisionale di 20 mila euro alle due ragazzine minori che ha stuprato, l’una in un vicolo dell’acropoli, l’altra nel parcheggio di un centro commerciale di Corciano, e 10 mila nei confronti della terza giovane, che Polzoni, aveva provato a baciare, dopo aver violentato la ragazzina in centro a Perugia.
Le tre vittime erano assistite dagli avvocati Giusi Mazziotta, Elena Cristofori e Silvia Corbucci.
L’imputato invece, che recentemente è entrato in una comunità di recupero dopo aver trascorso un periodo di tempo ai domiciliari a casa della madre in seguito ai mesi passati in carcere, era difeso dagli avvocati Daniela Paccoi e Guido Rondoni.
Gli avvocati del ragazzo potrebbero valutare di ricorrere in appello.