Denunciati dai carabinieri due veterinari no-vax

A due viene contestato l’esercizio abusivo della professione, al terzo la mancata vigilanza
Perugia

Sanitari no-vax denunciati dai carabinieri. A Perugia ne sono spuntanti un paio. I carabinieri del Nucleo antisofisticazione di Perugia, hanno denunciato tre veterinari in totale. Due co-titolari di un ambulatorio di Corciano ed uno operante in provincia di Terni. Due in particolare, pur sospesi dall’Ordine di appartenza poiché non si erano vaccinati, esercitavano comunque la libera professione. L’altro invece è stato denunciato in qualità di responsabile dell’ambulatorio, dato che non ha vigilato sul rispetto degli obblighi.  

Così i Nas di Perugia in una nota: «Sono in corso ulteriori approfondimenti sui soggetti sospesi dai rispettivi Ordini (medici, veterinari, farmacisti, tecnici etc.), con ispezioni nelle strutture di interesse (centri medici, laboratori, ambulatori, studi privati etc.) ma anche sulle esenzioni non veritiere e sui medici che rilasciano tali esenzioni in assenza di idonea documentazione sanitaria, come previsto dalle disposizioni».