Covid in Umbria, sono 32.500 gli over 60 che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale

In totale sono 193.200 le persone (minori compresi) che non hanno ancora dato l’ok per essere immunizzati
Perugia

Sono 32.500 gli over 60 che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale.

Come riporta il , al netto dei cittadini che hanno avuto il Coronavirus e quindi devono ancora attendere del tempo prima di farsi iniettare una dose di vaccino, sono la bellezza di 193.200 le persone (minori compresi) che non hanno ancora dato l’ok per essere richiamati e avere un appuntamento per la vaccinazione. 

Nello specifico, secondo dati aggiornati a questa settimana, ci sono anche 2.209 over 90 tra coloro che ancora non hanno aderito alla vaccinazione su una platea totale di 18.200. Sono invece 5 mila le persone di età compresa tra 80 e 89 anni che al momento sembrano aver rifiutato il vaccino su un totale di 66.700. Sono 8.700 tra i 70-79enni su un totale di 97.500. e 16.600 circa tra i 60-69enni, che in tutto sono 114.600. Tutte persone che, almeno sulla carta, vista l’età rischiano certamente molto di più dei più giovani in caso di contagio. 
Tra i 50-59enni i non aderenti sono 28.300 circa su una platea di 137.200, mentre sono 33.600 quelli di età compresa tra 40 e 49 anni che in tutto dovrebbero essere 121.900. Sono poco più di 35 mila quelli di 30-39 anni che in totale sono 91.500 e 26.000 i ragazzi tra 20 e 29 anni che in totale contano 78.800 potenziali aderenti. Sono infine 37.400 i ragazzini tra 12 e 19 anni che in tutto contano 63.403 persone. In tutto, come detto, 193 mila cittadini che sembrano non voler ricevere copertura vaccinale. A queste sono da aggiungere circa 19 mila persone che hanno avuto il virus e ancora non possono essere vaccinate, ma che potrebbero esserlo in futuro. In tutto dunque circa 212 mila persone. Che su 790 mila totali di popolazione vaccinabile, sono una fetta decisamente importante. E’ quasi uno su quattro. E una quota non trascurabile di questi hanno età in cui il virus potrebbe avere forme aggressive. Intanto, per quanto riguarda invece quelli che hanno aderito e devono essere vaccinati, 63 mila persone circa, è ripartita il 15 luglio la somministrazione delle prime dosi, sospesa a fine giugno per accelerare sul richiamo, soprattutto per fragili e anziani. 

 

 

Umbria, già 600 turisti hanno prenotato il richiamo del vaccino

Al momento quindi sono in Umbria sono 535.742 le persone che hanno ricevuto una dose di vaccino, ovvero il 69,49% della popolazione vaccinabile, mentre sono 363.373 quelle che hanno completato il ciclo, per una percentuale di copertura che arriva al 47,4%. In tutto l’Umbria ha somministrato 881.536 dosi totali, mentre ne ha ricevute 967.687. L’accelerata sulle consegne ha permesso di ripartire con le prime dosi.