Gran successo del master in “International business and intercultural context”

Paciullo e Zucchelli annunciano la II edizione 2018/2019
Perugia

«Ci sarà una seconda edizione del master in “International business and intercultural context” (IBIC) e si realizzerà a partire dal prossimo anno accademico». A dare la notizia è il presidente dell’Onaosi Serafino Zucchelli, che insieme al rettore Giovanni Paciullo, il direttore generale Cristiano Nicoletti e il prof. Antonio Picciotti, ha annunciato nel corso di un incontro nella sala Goldoni di Palazzo Gallenga dell’Università per stranieri di Perugia.

«Per vivere in questo mondo con soddisfazione personale e in modo utile – ha aggiunto il presidente Zucchelli, rivolgendosi agli studenti – bisogna avere oggi una forte consapevolezza ed essere dotati di alte competenze. Vorremmo che le due istituzioni, l’Onaosi e la Stranieri continuassero a dialogare insieme anche con voi per accompagnarvi nelle scelte finali del vostro percorso professionale».

«È importante – ha detto il rettore Giovanni Paciullo – che questo master si sia attivato e che abbia registrato un panel di docenti di alto profilo scientifico. L’Onaosi si è posta la prospettiva importante di attivare un’iniziativa diretta ad una ridefinizione dello spazio del diritto allo studio perché questi percorsi di formazione potessero essere finalizzati al termine del percorso universitario ad un adeguato sbocco professionale».

Il master in “International business and intercultural context”, iniziato a Febbraio presso la Stranieri e frequentato da 25 studenti provenienti da ogni parte d’Italia, ma anche dal Vietnam, Argentina e Georgia, intende fornire conoscenze e competenze tali da definire le politiche di marketing per il lancio di nuovi prodotti in mercati internazionali, acquisire autonomia nell’analisi dei nuovi mercati di sbocco, conoscere le modalità di ingresso nei mercati e il quadro giuridico della regolamentazione, nonché le differenze interculturali che si riflettono nei processi di negoziazione. 

All’iniziativa erano presenti, oltre agli studenti del master, Ester Prologo e Carla Melagrana dell’Onaosi, Rita Mariotti e Maria Grazia Susta del servizio ricerca ed alta formazione della Stranieri.