Umbria da lunedì 26 aprile torna in zona gialla

È ufficiale la decisione del ministro Speranza
Perugia

Da lunedì 26 aprile l'Umbria torna ufficialmente in zona gialla. La decisione è stata presa dal ministro Speranza e quindi da lunedì si allenteranno le restrizioni che invece vigono nella zona arancione. 
Il coprifuoco, dalle 22 alle 5, non cambia rispetto al passato. In zona gialla è possibile spostarsi all'interno del Comune, tra Comuni diversi e tra Regioni dello stesso colore. Si può fare visita ad amici e parenti in non più di 4 persone, esclusi i minorenni. Dal 26 aprile riaprono i ristoranti a pranzo a cena, ma solo all'aperto. Riaprono anche teatri, cinema e musei, ancora chiuse palestre e piscine. 

ECCO COSA SI PUO' FARE

Spostamenti
Le regole della zona gialla prevedono il via libera agli spostamenti all’interno del territorio regionale, senza autocertificazione ma nel rispetto del coprifuoco 22-5.
Tra zone gialle sono consentiti i viaggi per turismo mentre per andare in una zona rossa e arancione bisognerà essere muniti di pass in cui dichiarare alternativamente: di aver effettuato il vaccino, di aver avuto il Covid-19 e di essere guariti, di aver effettuato il tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti

Visite ad amici e parenti
Il decreto amplia il numero di persone ammesse in casa durante le visite ad amici e parenti: in zona gialla (ed arancione) si potranno ospitare fino a 4 persone, e non più 2. Nel conteggio non si considerano i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti conviventi.
Lo spostamento verso l’abitazione altrui può avvenire una sola volta al giorno, sia all’interno del territorio regionale che in altre Regioni della zona gialla.

Centri commerciali e negozi

Tutti i negozi, anche quelli non essenziali sono aperti in zona gialla. Tuttavia il governo ha deciso di mantenere in vigore la chiusura nel weekend, nei festivi e prefestivi dei centri e delle gallerie commerciali.

Ristoranti e bar
In zona gialla, prima del precedente decreto, i bar e i ristoranti erano aperti con servizio al tavolo a pranzo e fino alle 18. Dal 26 in poi, invece, questa possibilità sarà ampliata anche a cena ma esclusivamente per i locali che dispongono di tavolini all’aperto.
Si potrà tornare a consumare all’interno, sia a pranzo che a cena, a partire dal 1° giugno.
 

Sport, palestre, piscine e attività motoria
Lo sport e l’attività motoria individuale in zona gialla è permessa senza restrizioni in tutto il territorio regionale. Inoltre il 15 maggio segna la riapertura delle piscine all’aperto e il 1° giugno delle palestre.
Via libera agli sport di squadra e di contatto all’aperto.

Cinema e teatri
In zona gialla il 26 aprile segna la riapertura dei cinema e dei teatri con misurazione della temperatura all’ingresso e posti a sedere preassegnati e distanziati.
“La capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 1.000 per gli spettacoli all’aperto e a 500 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala” recita il decreto legge.