La stazione di Ponte San Giovanni senza servizi

Chiusi bar, edicola, bagni e biglietteria
Perugia

Alla stazione di Ponte San Giovanni, oltre ai treni che si fermano e ripartono non c’è più nulla.
Lo riferisce un servizio pubblicato oggi su , che riporta appunto il fatto che il bar tabacchi, che era anche un punto di riferimento per i viaggiatori in attesa, è sbarrato da tempo. Stessa sorte è toccata all’edicola nell’atrio, dove sono inequivocabili le saracinesche impolverate. Da troppo tempo non vengono alzate. Ma è chiusa anche la biglietteria, così nessuno può più dare notizie sui treni in arrivo o in partenza e tutto viene affidato ai monitor appesi al soffitto. I bagni pubblici, poi, sono chiusi per lavori: ci sono due operai con trapano e martello, ma se qualche viaggiatore ha bisogni impellenti all’ingresso deve accontentarsi di due wc chimici, vicini alle biglietterie automatiche. Recinzioni chiudono vari spazi del piazzale. Insomma: una situazione al limite, anche se qualcosa di buono c’è. Per esempio, il nuovo sottopasso che porta dalla palazzina centrale ai binari esterni, garantendo la sicurezza dei viaggiatori, non ha nulla a che vedere con quello che collega Fontivegge a via Sicilia: le pareti da poco rifatte sono di un bel bianco immacolato, sulle scale c’è un rivestimento di gomma antiscivolo e c’è pure l’ascensore (funzionante) per disabili.