Tafferugli al Curi: otto ultrà condannati

Per gli scontri fuori dallo stadio dopo Perugia-Ascoli comminate pene fino a un anno e mezzo e Daspo anche di sei anni
Perugia

Gli scontri del novembre 2013 dopo Perugia-Ascoli costeranno cari ad otto ultrà dei gruppi Brigata e Ingrifati.  Il giudice Alessandra Grimaccia ha condannato gli otti tifosi del Perugia a pene comprese tra un anno e un anno mezzo e una provvisionale di 8 mila euro a carico di tre di loro per i danni riportato dall’autobus della squadra ospite. 
Per gli otto il giudice ha anche deciso l'applicazione del Daspo che gli impedirà di tornare negli stadi per cinque o sei anni.
Gli ultrà erano difesi in aula dagli avvocati Michele Nannarone, Stefano Tentori Montalto, Fabio Sebastiani e Andrea Pierozzi. Probabile il ricorso in appello.