“Vorrei scrivere in tratti di fuoco”, una produzione del Teatro Stabile dell'Umbria

Nove ritratti sonori che verranno presentati dal 19 settembre al 16 ottobre
Perugia

“Vorrei scrivere in tratti di fuoco”, questo il titolo della produzione del Teatro Stabile dell’Umbria, composta da nove ritratti sonori, che verranno presentati, dal 19 settembre al 16 ottobre, nelle principali sedi culturali di Perugia.

Uno spettacolo non tradizionale, nato nell’ambito del progetto Guerra e Pace, che racconta il lavoro fatto con la Compagnia dei Giovani: Giordano Agrusta, Caroline Baglioni, Michele Balducci, Andrea Iarlori, Daphne Morelli e Ludovico Röhl, si sono misurati anche con la scrittura guidati da Andrea Baracco e Caroline Baglioni. Ogni attore ha rielaborato dei ritratti di personaggi o situazioni della maestosa opera di Lev Tolstoj che verrà presentata al Teatro Morlacchi di Perugia dal 28 ottobre.

“Uno tra gli infiniti modi in cui si può leggere Guerra e Pace, è da molto vicino – spiega il regista Andrea Baracco - Non è neanche necessario un particolare sforzo degli occhi, sono loro, i personaggi, che ti vengono addosso, ognuno con i propri inconfondibili e perturbanti tratti e tu che sei prima di tutto un lettore, non puoi fare altro che accoglierli ed assecondare questa volontà di potenza, o meglio, questa che si può definire una vera e propria presunzione del protagonista. Ed in quest'opera di Tolstoj, tale presunzione sembra colpire gran parte dei personaggi, anche quelli che in qualsiasi altro romanzo si sarebbero serenamente accontentati di essere “secondari”. Allora, abbiamo deciso di dedicare dei veri e propri ritratti ad alcuni di questi personaggi, di omaggiarli con dei primissimi piani in cui far risaltare quelli che ci sono sembrati gli aspetti più sensuali della loro vicenda letteraria.”

A settembre si parte sabato 19 e domenica 20, a Palazzo della Penna, dalle 11 alle 12,30, con LYSYE GORY di Ludovico Röhl, interpretato da Giordano Agrusta, Michele Balducci, Caroline Baglioni, Daphne Morelli e Ludovico Röhl.

Sabato 19, dalle 16,30 alle 18,00, presso la Galleria Nazionale dell’Umbria, l’appuntamento è con JE SUIS UN BATARD di Giordano Agrusta, con Giordano Agrusta e Andrea Iarlori.

Venerdì 25 e sabato 26, a Palazzo della Penna, dalle 11 alle 12,30, verrà presentato AUSTERLIZ? di Andrea Iarlori con Giordano Agrusta, Andrea Iarlori.

Venerdì 25, dalle 16,30 alle 18,00 e sabato 26, dalle 21 alle 22, al Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, COME TI SENTI NAPOLEONE? di Caroline Baglioni, con Caroline Baglioni, Andrea Iarlori e Ludovico Röhl.

Ogni ritratto avrà la durata di circa 10 minuti e verrà replicato più volte all’interno della fascia oraria indicata; l’accesso allo spettacolo è compreso nel biglietto d’ingresso di ciascun museo; non è necessaria la prenotazione e la capienza delle sale è regolata secondo le necessarie misure di contenimento legate all’attuale emergenza sanitaria.

Prossimamente il Teatro Stabile dell’Umbria presenterà il programma di ottobre.