Tassa rifiuti, in arrivo 23mila solleciti

Complessivamente mancano all’appello circa nove milioni di euro
Perugia

Sono 23 mila i solleciti che Gesenu spedirà in questi giorni a chi non hanno pagato la Tassa rifiuti nel 2020. Quasi uno su quattro. Complessivamente mancano all’appello circa nove milioni di euro. Per le famiglie in difficoltà c’è la possibilità di rateizzare ma solo se in regola con i precedenti versamenti. Inoltre è possibile una dilazione di sei mesi. Per quanto riguarda la Tari 2021, invece, lo scorso maggio sono stati inviati 85 mila avvisi di pagamento per complessivi 47.724.000. Il pagamento poteva essere in un’unica soluzione con scadenza il 16 giugno oppure in quattro rate l’ultima delle quali prevista per novembre.

Per venire incontro ai cittadini il Comune ha previsto importanti riduzione nei confronti di imprese che abbiano registrato una diminuzione degli introiti per colpa dell’emergenza sanitaria. In particolare, le utenze che sono state oggetto di chiusura obbligatoria nel periodo 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021, a seguito di disposizioni nazionali o locali, hanno diritto ad una riduzione delle tariffe per l’anno 2021, in aggiunta alle eventuali riduzioni tariffarie già spettanti, in misura dell’8,33% per ogni mese di chiusura. Le utenze alle quali disposizioni statali o locali hanno imposto, nel corso dello stesso periodo, delle restrizioni nell’esercizio delle attività, quali, a titolo di esempio, limitazioni al numero dei clienti o limiti alla modalità di svolgimento dell’attività hanno diritto ad una riduzione delle tariffe, in aggiunta alle eventuali riduzioni tariffare già spettanti, in misura pari al 6,67% per ogni mese di vigenza delle restrizioni. 

Le utenze che hanno subito una riduzione dell’ammontare medio mensile del fatturato o dei corrispettivi nel corso del periodo aprile 2020-marzo 2021 di almeno il 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi relativi al periodo aprile 2019- marzo 2020, hanno diritto ad una riduzione della tariffa, in aggiunta alle riduzioni già spettanti, del 20% della stessa. Le utenze che hanno registrato una riduzione dell’ammontare medio mensile del fatturato di almeno il 60%, la riduzione è del 40%.
Apposita richiesta per ottenere lo sconto va presentata a Gesenu entro il 15 settembre.