Pistole Taser alla Polizia municipale

Approvata la proposta della Lega
Perugia

La Commissione consiliare affari Istituzionali, presieduta dal consigliere Nannarone ha approvato a maggioranza (9 voti a favore, 3 contrari e 2 estensioni), la proposta presentata dal Gruppo Lega Salvini per Perugia per la modifica del regolamento comunale che disciplina l’armamento del Corpo di polizia municipale, al fine di introdurre, pur se in via sperimentale, l’utilizzo della pistola Taser, l’arma ad impulsi elettrici.
Il capogruppo Mattioni ha ricordato che questo era uno dei punti centrali della mozione presentata dallo stesso gruppo consiliare per la gestione dell’ordine pubblico in città e periferie e già approvata dall’Assemblea il 30 ottobre scorso.
“Considerando – ha precisato Mattioni – che ad oggi permane l’esigenza sia di potenziare la capacità di intervento degli agenti di Polizia Locale, che di tutelare la loro incolumità in presenza di soggetti potenzialmente pericolosi, imprevedibili e di difficile gestione, abbiamo  proposto di modificare il vigente Regolamento comunale”.


Taser, cos'è e come funziona la pistola elettrica
Il taser (acronimo di Thomas A. Swift's Electronic Rifle) è una pistola che “spara” scariche elettriche per immobilizzare i malintenzionati.
È impiegata da qualche anno dalle polizie di molti Paesi del mondo (Usa, Regno Unito, Francia e un altro centinaio).
Secondo le linee guida del ministero, la distanza consigliabile per un tiro efficace è dai 3 ai 7 metri.