I tamponi dal medico slittano a dicembre

E ogni medico ne potrà fare solo 40
Perugia

Tamponi contingentati per medici di famiglia e pediatri. E debutto del servizio che probabilmente slitterà all’inizio di dicembre. A riferirlo è Leandro Pesca, segretario provinciale della Federazione italiana medici di famiglia (Fimmg), che conferma – come aveva anticipato la settimana scorsa Tiziano Scarponi, consigliere regionale dell’Ordine dei medici – le difficoltà per avviare l’iniziativa".
Sul fronte del vaccino antinfluenzale la richiesta è alta. Se nei giorni scorsi Federfarma Umbria aveva sottolineato di trovarsi a dover fare i conti a tante richieste. Ma sono i medici di famiglia a vivere una situazione di frontiera. «Siamo arrivati- racconta Leandro Pesca, segretario della Fimmg (La Federazione italiana dei medici di famiglia) per la provincia di Perugia- al paradosso che alcuni colleghi sono stati aggrediti verbalmente in modo molto pesante dagli assisti perché non c’è la possibilità di fare il vaccino per gli under 65. Ho ricevuto segnalazioni, una anche molto preoccupata di un collega del Perugino. Si può arrivare quasi a un’aggressione per una situazione del genere? I nostri assistiti devono sapere che i vaccini per gli over 65 ci sono. Che non mancano per le categorie a rischio under 65 e che per glia altri arriveranno a inizio dicembre. Considerando che il picco dell’influenza stagionale è prevista non certo domani, è il caso che si mantenga la calma e che ci si attenga a quanto segnalato sia dalle autorità sanitaria, sia da quello che diciamo noi con i contati giornalieri con i nostri assistiti».
Circa il 67% della popolazione umbra con più di 65 anni è stato già sottoposto a vaccinazione antinfluenzale. Il dato è stato fornito dal direttore regionale alla Sanità Claudio Dario nel corso del punto stampa settimanale dedicato all’emergenza Covid. Che ha definito il dato «molto rassicurante». In base ai dati aggiornati al 12 novembre sono state quindi vaccinate 156 mila 200 persone. «Il ministero della Salute - ha detto Dario - fissa al 75% l’obiettivo finale da raggiungere e quindi ci siamo molto vicini». Secondo il direttore «l’andamento è buono grazie alla partecipazione dei cittadini, medici e pediatri».
Per la vaccinazione anche dei soggetti a rischio, quelli che hanno patologie e con età inferiore a 65 anni, le persone coinvolte sono 25.883, 4.160 lavoratori essenziali e 2.127 familiari di soggetti ad alto rischio.
Numeri che, secondo la Regione fanno stare tranquilli sul fronte della copertura vaccinale per l’antinfluenzale per le categorie a rischio ricalcando di fatto, quello che sostengono i medici di famiglia della Fimmg.