Caso Suarez, indagine interrotta

Il procuratore capo Raffaele Cantone ha deciso di bloccare l'indagine per ripetute violazioni del segreto istruttorio
Perugia

La Procura di Perugia ha deciso di bloccare da oggi a tempo indeterminato tutte le attività d’indagine relative alla vicenda dell’esame d’italiano di Luis Suarez.
 A riportare la notizia è l’Ansa.
Il procuratore capo Raffaele Cantone ha spiegato che la decisione è legata a quelle che vengono ritenute “ripetute violazioni del segreto istruttorio”.
Il magistrato ha già deciso l’apertura di un fascicolo per accertare eventuali responsabilità.
“Sono indignato per quanto successo finora – ha detto -, compreso l’assembramento dei mezzi d’informazione oggi sotto alla procura. Faremo in modo che tutto questo non accada più”.
I legali della Juventus Luigi Chiappero e Maria Turco, dopo l’audizione della Procura della Repubblica sulla questione, hanno rilasciato queste parole all’uscita: “Abbiamo ascoltato le domande dei pm, pensiamo di aver contribuito in maniera positiva alla ricostruzione dei fatti nella nostra veste di testimoni, ci è servita per ribadire la trasparenza del nostro operato professionale in un clima assolutamente sereno e costruttivo”, è quanto riporta Adnkronos.
“Aspettavamo con ansia l’occasione per riferire in merito ai fatti, come si è dimostrato, la verità viene spesso alterata, tagliata, ricostruita. E viene spesso restituita in un racconto che serve più al lettore ma che non è la verità. La Juve è estranea a qualsiasi addebito? Certo”.