Fontivegge, effettuato sopralluogo al sottopasso della stazione

Era stata segnalata la presenza di spacciatori e tossicodipenti
Perugia

Si è svolto questa mattina, a Fontivegge, un sopralluogo congiunto dei rappresentanti del Comune di Perugia e di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana del gruppo FS italiane) presso il sottopasso che attraversa la stazione collegando via del Macello con piazza Vittorio Veneto.

Presenti, per l’Amministrazione comunale, l’assessore alla mobilità e personale Luca Merli, il Comandante dei vigili urbani Nicoletta Caponi, i componenti della sezione decentrata “Fontivegge” della polizia municipale Bottigli e Baraffa.

Il sopralluogo era stato richiesto dall’assessore Merli alla luce di alcune segnalazioni, formulate da avventori della stazione, che avevano segnalato la presenza, anche durante le ore diurne, di persone dedite allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti.

Durante il tour all’interno della stazione, del sottopasso e delle aree limitrofe, grazie alla presenza dei rappresentanti di Rfi e della Polfer che, come noto, ha un posto fisso all’interno della struttura, è stato possibile fare il punto della situazione.

Ad oggi l’area risulta costantemente monitorata, giorno e notte, grazie alla presenza degli agenti Polfer, di addetti di Rfi, degli agenti della polizia municipale e di numerose telecamere, poste sia all’interno del sottopasso, che nelle aree immediatamente esterne allo stesso.

Inoltre all’interno del sottopasso è garantita una pulizia giornaliera al fine di renderlo sempre fruibile all’utenza.

I rappresentanti di Rfi, della polfer e della sezione distaccata di Fontivegge dei Vigili hanno segnalato che, rispetto al passato, la situazione all’interno ed all’esterno del sottopasso è notevolmente migliorata e la struttura, per l’effetto, è liberamente fruibile da tutti. Permangono delle criticità, soprattutto nelle ore notturne, come fisiologicamente avviene in tutte le stazioni delle principali città italiane, punto di snodo per ogni genere di presenze, comprese quelle legate alla microcriminalità.

All’esito dell’incontro tutti i presenti hanno concordato sull’opportunità di proseguire la fattiva collaborazione che si è instaurata negli anni, al fine di ottenere risultati sempre migliori.

“Abbiamo deciso di procedere col sopralluogo – ha spiegato l’assessore Luca Merli – per capire quale è lo stato dell’arte anche alla luce delle segnalazioni ricevute. Ciò tenuto conto dell’importanza del sottopasso che rappresenta un collegamento viario fondamentale tra due aree centrali della città, come via del Macello e piazza Vittorio Veneto.

Dal sopralluogo di oggi è emerso che la situazione è in costante miglioramento rispetto al passato, ma certamente non abbiamo alcune intenzione di abbassare la guardia perché Fontivegge rappresenta per questa Amministrazione un’area determinante, in quando principale punto di accesso alla città. E’ chiaro che non tutti i problemi sono stati risolti, ma vi è l’intenzione di fare ancora di più e meglio, mettendo in sinergia tra loro tutte le componenti interessante, ossia Comune di Perugia, con il corpo dei Vigili Urbani, Rfi e Forze dell’Ordine, Polfer in primis”.