Condannato per aver perseguitato la ex

Quattro anni di reclusione per un 33enne di origine albanese
Perugia

Un 33enne albanese è stato condannato a 4 anni di reclusione per aver perseguitato la propria ex compagna.

L'uomo, accusato di stalking e arrestato già due volte per non aver rispettato le misure a cui era sottoposto - tra cui il divieto di avvicinamento emanato nel 2019 -, era solito seguire la sua ex, entrare a forza in casa sua e chiamarla ripetutamente al suo telefonino, al punto di arrivare ad hackerarlo per controllarla ancora più ossessivamente.

In un episodio ha cercato anche di investirla. E, come se questo non bastasse, le aveva anche presentato come "ripicca" una maxi-fattura di 54mila euro come compenso per i lavoretti da lui svolti in qualità di muratore presso la casa di lei.

Ora dovrà pagare 18mila euro di provvisionale alla ex compagna e a scontare la propria pena, in ottemperanza della sentenza del giudice Francesco Loschi.