Perugia, spacciatore tunisino arrestato a Fontivegge

Fermato dalla Polizia nei pressi della stazione ferroviaria
Perugia

Personale del Reparto Prevenzione Crimine Umbria – Marche durante un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati, con particolare riguardo ai reati di spaccio di sostanze stupefacenti, nel transitare presso il piazzale antistante la stazione ferroviaria di Fontivegge notava tre persone confabulare fra loro a distanza molto ravvicinata.

Alla vista della pattuglia due dei tre soggetti si allontanavano repentinamente, mentre il terzo veniva immediatamente raggiunto dagli agenti.

L’uomo, cittadino extracomunitario di origini tunisine di 53 anni, conosciuto dalle alle Forze dell’Ordine in quanto noto spacciatore di sostanze stupefacenti, veniva immediatamente sottoposto a controllo dal quale emergeva il possesso di una bustina, ben nascosta all’interno di un pacchetto di sigarette poste all’interno del proprio marsupio, contenente 3 involucri di cellophane termosaldati di eroina ed una ulteriore confezione contenete 5 involucri di cellophane termosaldato contenenti sempre eroina, posti nella tasca anteriore del pantalone indossato.

Oltre alla sostanza stupefacente ritrovata, per un peso totale di circa 5 gr., al confezionamento effettivo di 14 dosi da immettere immediatamente nel mercato dello spaccio di droga, veniva reperita nella disponibilità dello spacciatore, una somma di denaro pari a 170 euro, con ogni probabilità, provento dell’attività di spaccio.

Gli agenti, sottoposta a sequestro sia la sostanza che le banconote, notiziata l’Autorità Giudiziaria, visti i precedenti specifici in materia di sostanze stupefacenti e la dinamica dei fatti procedeva all’arresto dell’uomo.

Nella mattinata odierna si è tenuta l’udienza direttissima che ha convalidato l’arresto.