Perugia, arrestato pusher albanese di 34 anni

Spacciava cocaina nel quartiere di Ferro di Cavallo
Perugia

Nella serata di qualche giorno fa la Polizia di Stato ha tratto in arresto un 34enne albanese, arrivato a Perugia da neppure 20 giorni, eppure già attivo nello spaccio su piazza di cocaina.

Il giovane era stato segnalato alla Polizia da alcuni residenti del quartiere perugino di Ferro di Cavallo, che da alcuni giorni avevano notato una autovettura da considerarsi sospetta per le sue frequenti brevi soste in varie parti del quartiere.

Così, al fine di vederci chiaro, gli investigatori della Squadra Mobile, Sezione “Criminalità diffusa”, hanno effettuato un servizio mirato di appostamento ed osservazione, nel tentativo di individuare l’automobile segnalata e scoprire se effettivamente fosse implicata in qualche attività illecita.

Dopo neppure due ore di appostamento, gli uomini della Squadra Mobile si sono imbattuti nel veicolo di interesse, a bordo del quale c’era un solo uomo che, di lì a poco, si è incontrato con un’altra persona effettuando, inequivocabilmente, una cessione di sostanza stupefacente.

Non appena l’autovettura è ripartita, gli investigatori l’hanno seguita, immaginando che il conducente potesse da un momento all’altro incontrare altri clienti e dunque vendere ulteriori dosi di stupefacente.

Invece, contrariamente alle attese, l’uomo si è allontanato da Ferro di Cavallo in direzione della Trinità.

Naturalmente, quando è sceso dal veicolo nei pressi di un’area boschiva, i poliziotti non lo hanno perso di vista e, in questo modo, lo hanno notato rovistare a terra come se cercasse qualcosa.

A quel punto, intuendo di aver scoperto il luogo in cui il giovane aveva occultato dell’ulteriore stupefacente, i poliziotti sono intervenuti, lo hanno bloccato e hanno trovato immediata conferma ai loro sospetti.

Infatti, all’interno di una piccola scatola, vi erano 19 involucri in cellophane, corrispondenti ad altrettanti dosi di cocaina, per un peso complessivo superiore di quasi 20 grammi.

Il soggetto, successivamente identificato per un 34enne albanese del tutto sconosciuto alle Forze dell’Ordine, è apparso davvero sorpreso di ritrovarsi addosso la Polizia, ed a quel punto, approfittando di questo suo momento di empasse, gli uomini della Squadra Mobile sono riusciti a carpirgli l’indirizzo dove era domiciliato.

Così, gli Agenti si sono portati immediatamente presso un appartamento di San Mariano di Corciano, dove, all’esito di accurata perquisizione, hanno trovato non solo materiale utile al confezionamento delle singole dosi, ma soprattutto una somma superiore ai 3.000 euro, sul cui possesso l’albanese non ha fornito alcuna ragionevole giustificazione, e che quindi, verosimilmente, deve ritenersi provento dell’attività di spaccio.

Pertanto, la Polizia ha proceduto al sequestro del denaro ed ha arrestato il 34enne per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, mettendolo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.