Raccolta alimentare, boom di adesioni

Sono state oltre 141 mila le tonnellate di generi alimentari raccolti nei 257 supermercati sparsi nel territorio che hanno aderito alla iniziativa di solidarietà
Canali:
Perugia

Anche in Umbria si è dato vita alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che si è svolta sabato 24 novembre, grazie all’apporto insostituibile dei volontari della nostra regione.
Sono state oltre 141 mila le tonnellate di generi alimentari raccolti nei 257 supermercati sparsi nel territorio che hanno aderito alla iniziativa di solidarietà. Il valore totale – ma i dati sono ancora provvisori, sfiorerebbe i 600 mila euro.
Raccolti prodotti alimentari per l’infanzia, sughi, olio, tonno, legumi, pasta e biscotti che nei prossimi giorni raggiungeranno le tavole delle famiglie più povere del territorio, grazie all’iniziativa promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. I prodotti raccolti verranno donati ai 186 enti convenzionati, tra cui Caritas e Croce Rossa, che poi li distribuiranno alle oltre 18 mila persone che si trovano in stato di difficoltà economica.
In tale ambito e pur nella limitatezza dei mezzi a disposizione, attraverso la Rete Banco alimentare, con l’aiuto di 1.878 volontari, i prodotti vengono distribuiti gratuitamente ad oltre 8.042 strutture caritative convenzionate e, nel solo anno 2017, sono state raccolte e distribuite 91.235 tonnellate di alimenti che hanno raggiunto oltre 1,5 milioni di bisognosi su tutto il territorio italiano.

La Fondazione Banco alimentare Onlus si occupa da anni della valorizzazione sociale delle eccedenze alimentari. Un impegno che si realizza attraverso i 21 Banchi alimentari regionali che nel tempo si sono costituiti grazie alla iniziativa di volontari. Lo slogan è: “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”.

Nella regione Umbria l’attività è svolta dall’Associazione Banco alimentare dell’Umbria onlus. Nata nel 1996, con il passare del tempo ha visto crescere attorno a sé le richieste di convenzione da parte di enti caritativi del territorio.

Attualmente il Banco alimentare dell’Umbria ha in convenzione 185 strutture caritative attraverso le quali vengono assistite 17.199 persone. Accanto all’attività legata al recupero e alla ridistribuzione delle eccedenze alimentari, la Fondazione Banco alimentare promuove ogni anno, l’ultimo sabato del mese di novembre, la Giornata nazionale della colletta alimentare, gesto di carità che permette a milioni di italiani di contribuire all’attività dei Banchi donando qualche alimento della propria spesa.

L’anno scorso in oltre 13.000 supermercati sono state donate 8.200 tonnellate di generi alimentari e questo grazie al generoso impegno di 145.000 volontari, all’adesione delle più importanti catene di distribuzione e a 5.500.000 di donatori che, durante la giornata di sabato, hanno deciso di fare la spesa per i più poveri del nostro paese.